Colori delle pareti, attenti a fare la giusta scelta!

scegliere-colori-paretiDovete ridipingere le pareti di casa o scegliere le nuance per un nuovo appartamento? La scelta dei colori non è mai facile e può generare discussioni infinite. Sicuramente la scelta dei colori è una questione di gusto personale, ma ci sono delle tendenze e delle regole da seguire per evitare cadute di stile. Spesso, soprattutto diversi anni fa, si optava per il bianco o comunque per un’unica tonalità chiara. Il bianco non è andato mai fuori moda ed ancora oggi è molto utilizzato, soprattutto negli ambienti minimal e ultramoderni, spesso in contrasto con arredamenti neri. Nello stile rustico è molto utilizzato l’arancio con le sue sfumature, mentre molto di moda oggi è il colore blu, in tutte le sue varianti. Ci sono però, come dicevamo, delle regole da tenere in considerazione. Anzitutto si può consultare la disciplina cinese del Feng Shui per capire quali sono i colori più adatti ai propri valori e dai quali si vuole essere influenzati. Ma se il Feng Shui non ha alcuna prova scientifica, i colori hanno delle proprietà ben accertate: ai colori freddi appartengono le gamme cromatiche del blu, del viola e del verde, ed evocano simbolicamente quiete, riposo e buonumore, richiamando equilibrio e vitalità. Sono molto adatte alle camere da letto.

tonalità di colore
tonalità di colore

Le tonalità del giallo, arancio, rosa e marrone sono colori caldi che si scelgono sia per rendere più raccolto e accogliente l’ambiente, sia per stimolare allegria e benessere, regalando atmosfere dinamiche, molto adatte alla cucina e soggiorno. I toni neutri, come le sfumature del beige e del grigio, sono dei non-colori che si adattano con eleganza alle pareti di tutti gli ambienti. Importante tener conto della luce: una camera esposta a nord riceve luce fredda che tende a sbiadire i contorni, meglio quindi optare per tinte luminose e calde. Per stanze esposte a sud meglio usare colori più delicati che non stancano gli occhi se colpiti da luce diretta. Le stanze esposte ad est ricevono luce fredda al sorgere del sole, per cui sono preferibili tinte delicate e più calde; quelle esposte ad ovest sono perfette con un pizzico di blu o di grigio in contrasto con la luce rossa del tramonto. I colori, inoltre, influenzano la percezione degli spazi. Per far sembrare più grande un vano piccolo bisogna puntare sull’uniformità cromatica. Una tonalità chiara e luminosa, su pareti e soffitti, dilata lo spazio grazie alla riflessione della luce. Per alzare visivamente un soffitto basso, si può utilizzare una colorazione fredda o neutra leggermente più chiara di quella scelta per i muri.

una stanza dipinta in verde
una stanza dipinta in verde

Per abbassare un soffitto troppo alto, invece, basta dipingerlo di un colore più scuro e caldo, ed utilizzare lo stesso colore per creare una fascia di circa venti centimetri sulla parte alta delle pareti. La pavimentazione è un fattore che spesso non si considera ma ha molta influenza nell’equilibrio cromatico. Con un pavimento in legno scuro è bene usare tinte da parete chiare, con le mattonelle in cotto optare per lo spettro del giallo, e con mattonelle variopinte meglio scegliere un colore che ne richiami la fantasia. Il discorso della tonalità va considerato anche per quanto riguarda i mobili, che devono essere abbinati, per quanto si può, alla tinta della parete. Per i più creativi si può adottare uno schema cromatico coordinato, cioè la scelta di due colori diversi da accostare alle pareti, appartenenti alla stessa famiglia cromatica. I due colori scelti si possono estendere anche ai complementi d’arredo, sempre senza esagerare.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Arredamento & Design

FOLLOW US ON