Il grande successo dello stile Shabby Chic, scopriamolo insieme

shabbyNegli ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom, anche tra personaggi famosi,dello stile Shabby Chic, uno stile di arredamento ma, a detta di molti, anche uno stile di vita. Tutti ne parlano ma, in realtà, pochi sanno esattamente di cosa si tratta. Shabby Chic (la parola shabby significa letteralmente usurato, invecchiato, logoro, quindi “trasandato chic”) è una forma di Interior Design in cui mobili e arredi sono vecchi e sbiaditi, sono di colorazione chiara pastello, presentano segni di usura e non possono essere inseriti nella lista di oggetti d’antiquariato, come ad esempio l’arredo vittoriano o rinascimentale d’epoca.

Lo stile Shabby Chic è nato in Gran Bretagna, dove i primi segni di questo stile si vedevano nelle belle e grandi case di campagna. Elementi tipici, quali vecchie pitture, parati, grandi lampadari, erano presenti in ogni casa signorile. Lo stile, infatti, ha molto in comune con arredi d’epoca, anche se è l’elemento glamour ed eccentrico a renderlo diverso rispetto a tutti gli altri stili di arredamento. Oltre alla casa di campagna inglese, alle influenze d’epoca e vittoriane, lo Shabby Chic si ispira ad altri stili, come quello svedese, quello francese dei castelli della Loira, e allo stile essenziale dello Shakers americano. Il termine “Shabby Chic” è stato coniato dalla rivista “The World of Interiors” nel 1980, diffondendosi in tutto il mondo secondo diverse declinazioni e sfumature. Oggi lo stile ha visto aumentare i suoi fan grazie al riciclo creativo e quindi ai ridotti costi economici. In particolare la designer Rachel Ashwell lo ha reso mondano grazie al suo famosissimo negozio a NY e al suo Bed and Breakfast in Texas, The Prairie.

tavolo shabby

Il romantico Shabby Chic non è, però, un vero e proprio design, bensì una tecnica di pittura sui mobili, una pittura chiara, bianca o pastello, sbiadita. I mobili assumono, così, un aspetto rovinato e datato. Per cui possono essere Shabby tutti i tipi di mobili con tutti i tipi di forme. Un mobile shabby vero e proprio, però, è sempre un mobile vecchio rovinato proprio dal tempo. Quando si parla di “Stile Shabby Chic”, invece, parliamo di un mobile di legno reso shabby dalla restaurazione, cioè decapato (una tecnica vera e propria per riprodurre l’effetto rovinato e sbiadito del mobile). Un mobile laccato e moderno può essere quindi “shabbato”, ma quelli più adatti allo scopo sono i mobili vecchi ricchi di intarsi, perché si sposano bene con il tono “polveroso” delle vernici pastello.

camera-da-letto-industriale-chic
industrial chic

Molto spesso lo stile Shabby viene confuso con quello Country Chic (letteralmente “campagnolo elegante”), ma quest’ultimo è una forma vera e propria di arredo, un design, quello provenzale (infatti parliamo anche di French Chic), che non deve per forza essere chiaro, ma può avere anche colori accesi. I mobili Country Chic possono anche essere nuovi e non presentano segni di usura. Ultimamente va anche di moda l‘Industrial Chic, uno stile che sposa perfettamente moderno e shabby creando ambienti accoglienti e piuttosto vari nelle possibilità di arredo. La caratteristica fondamentale dello stile Shabby Chic è, quindi, la vernice spellata, scrostata, e la patina di polvere, tipiche di un vecchio mobile.

 

Ed ora qualche consiglio sui materiali e sui dettagli essenziali dello Shabby Chic:

Tessuti

I tessuti principali dello stile Shabby Chic sono il lino, il cotone, e i tessuti antichi abbinati in contrasto al pizzo. In camera da letto vanno bene i copriletti antichi dai colori chiari, che siano fatti all’uncinetto o ricamati con volant, ricci e merletti. Ideali da usare sono i vecchi centrini ad uncinetto, i cuscini e i runner di cotone ricamati, copriletti di ciniglia, le tovaglie e le lenzuola classiche. Per quanto riguarda i colori, bianco puro, ecru, tessuti sbiancati, fantasia con fiori d’epoca sono molto popolari e caratteristici di questo stile.

tessuti

 

Lampadari

I lampadari sono di ferro battuto, impreziosito da fiori di metallo, o con le gocce di cristallo. In ogni caso sono antichi, classici, alcune volte di legno. I colori sono come sempre il bianco, ma anche panna, bianco sporco, azzurro, rosa pallido o grigio perla.

lampadario

 

Complementi d’arredo

Molto usate le porcellane bianche o a motivi floreali. Fiori di campagna, lavanda, rose sono sistemati dentro vasi rustici, come quelli di metallo da giardiniere. Anche i quadri sono a tema rustico o campestre, bucolico, con fiori, campi e animali da cortile. Sono spesso presenti anche putti come decorazioni murali o sui mobili, ed uccellini e cuori sia come insegne di legno che soprammobili. Ed ancora piatti decorati, brocche in metallo laccato trasformate in fioriere, il pentolame in rame appeso, gabbie di ferro, lanterne e vasi di ogni forma.

fiori

Must have

Bilancia vecchia o vintage

vasca

Cassettone antico

Poltroncina stile Luigi XVI

Specchio con cornice lavorata e accessori in ferro o ceramica

Vasca da bagno dalla linea retrò

gabbiettaOrnamentale gabbietta per gli uccelli

Vecchie foto

Barattoli con candele

 

 

 

 

 

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Arredamento & Design

FOLLOW US ON